Trend della “Moda” Primavera Estate 2013

Come sapete, sono una che gira spesso, a dare più di qualche casuale occhiata alla merce in vendita nei negozi (e ancor prima, a far bella mostra di sè nelle vetrine).

Mentre siamo in dirittura d’arrivo (stanchi e anche un pò perplessi, lo dobbiamo dire) con questi saldi un pò svogliati, negli angoli dei negozi cominciano ad apparire gli allestimenti della nuova collezione.

E un giorno, qualcuno mi saprà dire perchè abbiamo fatto un’intera stagione a sbavare dietro alla collezione che adesso stanno saldando, ma che non ci appare più così “irrinunciabile”.. anzi tutt’altro. Succede così, un pò per magia, come se il Posto d’onore all’interno del negozio automaticamente donasse un’aura di bellezza pura alla nuova collezione, a dispetto di quella in saldo che invece se ne sta triste, buttata su un paio di scaffali in fondo, come robe vecchie già dimenticate…

O forse, è soltanto che siamo già avanti: la stagione invernale è passata e noi sappiamo che fino all’anno prossimo non avremo bisogno di un cappotto (e questa signore mie è una cosa del tutto opinabile – se avete messo il naso fuori di casa in questi giorni-). E, splendide nel nostro essere cicale invece che formiche, al grido di “chissenefrega di fare provviste con i saldi, noi vogliamo già pensare di essere in primavera e non in questo triste e cupo inverno!!” ci gettiamo su camiciole e magliettine a fiorellini, sui colori pastello e sui sandali con le dita di fuori.

Pantone_Fashion_Color_Report_Spring_2013_thumb

In ogni caso, mentre ancora approfittiamo delle ultime occasioni di saldo (finalmente Intimissimi è passata al -50% e tutti gli altri a -70%!), nessuno ci vieta di gettare una prima occhiata alle nuove collezioni. Noi, stiamo già pensando a cosa possiamo salvare dell’armadio dello scorso anno, e acosa invece dobbiamo archiviare in previsione del ritorno del vintage, fra una decina d’anni…no?

Ed ecco allora le buone e le cattive notizie dei trend modaioli per quest’anno:

  • restano di moda i teschi (yeeee!), e più sono kitsch, meglio è, perchè quest’anno sembra andare moltissimo di moda (molto più che gli altri anni – forse nel vano tentativo di sentirci tutti più ricchi?)…
  • il lurex, il dorato, il paillettato, il metallizzato shock, insomma: la parola d’ordine sembra ancora “esagerare” con tutto, ma soprattutto con lo sbirluccicoso (così se vi aggirate per strada di sera, almeno non vi investono)

accessori-2013

  • resta di moda, ma con una strana prevalenza del giallo, il fluo. quindi se vi piace andare in giro vestiti da evidenziatore, anche dopo carnevale, siete a posto così.
  • per la primavera, tornano i colori pastello, ovviamente, con tutte le tenui declinazioni del rosa, dell’azzurro, del verdeacqua, in abbinamento al solito jeans, al bianco, e al corda. (io adoro il color corda!).
  • Restano in pole position i pizzi e le trasparenze, ma senza quella volgarità che ha contraddistinto certe collezioni inernali (e di san Valntino) che non voglio nemmeno commentare.
  • (purtroppoxalcubo) restano di moda gli shorts, in tutte le salse e tessuti possibili

shirt-with-embroidery-lace

  • (purtroppo) restano prepotentemente di moda le borchie, soprattutto le borchiette (quelle piccole, fastidiose protuberanze appuntite…). proliferano come i virus e si spargono dappertutto. Le scarpe borchiate, di ogni forma e misura, ormai non sono nemmeno più una novità, quindi ora io non vorrei dare delle idee.. ma mi aspetto quanto prima di veder produrre una linea di lingerie, soprattutto mutande, borchiate. vogliamo mica perderci l’occasione…

muffioline-all-star-rosa-borchie

  • Quanto a trame e disegni, notiamo il ritorno in auge di quelle immagini tipiche degli Anni 80 con bocche, gole profonde, labbroni rossi etc. che già allora mi facevano rabbividire… forse è vero che tutto cambia, ma non cambia mai niente
  • le stelle e strisce restano saldamente in pole position, moltiplicandosi su magliette e sciarpine, in serena coabitazione con lustrini e paillettes

20130131-155716.jpg

  • anche il caro vecchio KEEP CALM tiene banco, ma
  • non può mancare il tormentone (no, non il pulcino Pio), che sta facendo la sua comparsa sugli accessori di stile della street fashion più agguerrita: il cartoon dell’asiatico boro di Oppa Gang Nam style quest’anno non ci darà tregua.

keep-calm-and-oppa-gang-nam-style-2

  • ma il vero il must have di quest’anno, è il maculato militare, il mimetico. A tinte forti o slavato nei toni del beige e del bianco/panna, il mimetico conquista ogni territorio: maglioni, giacche, cappottini, magliette, magliettine, mutande e canottierine, scarpe, calze, leggings, geggings, shorts, longs, thongs, gonne, fasce per capelli… ci siamo capiti. Se non siamo mimetici non siamo nessuno (inutile tentativo nazionale di scampare al Fisco??)

mimetic

Dunque questi sono solo i primi assaggi dei tormentoni che la moda ci imporrà nei prossimi mesi, e mi sono concentrata solo sul vestiario “di tutti i giorni”, quello del tempo libero, insomma.

Ma come ben sapete, mano a mano che scopro qualcosa di nuovo, non vi farò certo attendere per raccontarvelo… intanto: buono shopping !!

Annunci