Dior: Be iconic, be addicted, be mad for it!

C’era in effetti una cosa di cui vorrei parlarvi oggi, o meglio… c’era una cosa che poi sono diventate un paio di cose. E infine un articolo del tutto diverso da quello che avevo pianificato.

Se mi seguite da un pò, sapete che raramente faccio recensioni di prodotti per beauty e make up, a parte quando trovo qualcosa che colpisce particolarmente la mia immaginazione (un colore, una facilità estrema nell’utilizzo, un prezzo stracciato, un’ottima qualità, etc.)
Non lo faccio perchè non è il mio “mestiere”, decisamente… ma lo faccio perchè a volte il consiglio anche da “inesperte totali” magari si adatta di più a chi è come me: non professionale, alla ricerca di praticità, comodità, qualità, al giusto prezzo.
Ora, parlandovi di Dior, raramente riusciremo a restare nei criteri di “prezzo contenuto“… ma di “giusto prezzo” si.
Per la qualità che ha, una volta che si decide di scegliere un prodotto affidabile, anche se di fascia alta, l’invastimento vale sempre la pena (per quel che mi riguarda: magari compro 1 prodotto in meno, ma il resto li compro buoni), e Dior non mi ha mai “mollata” sui terreni più difficili: è infatti la mia marca di elezione e affidamento, per le “basi”. Fondotinta (soprattutto Diorskin, la versione estiva, leggera e performante che lascia respirare la pelle), mascara, e gloss (Dior Addicted… una droga).

diorshow_iconic_page

In ogni caso, la premessa era per lasciarvi stupire con me in merito a come le amiche a volte ti leggono nel pensiero, e ti regalano proprio quell’unico oggetto di makeup che ti stavi dannando per andare a cercare (perchè nella tua infinita ignoranza non sapevi quale scegliere tra curl, intense, extense, piegante, volumizzante, curante, eclatante…): il mascara.
E non solo azzeccano l’oggetto, ma anche la tua marca preferita (a volte andando a sprecare perle ai porci, regalando la Ferrari dei mascara a una negata assoluta del trucco occhi.. ma vabeh: sono amiche, e ci amano lo stesso, e per noi vogliono il meglio, no?).

Incuriosita, e anche piena di “reverie” vado dunque a spulciare il sito di Dior per capire le caratteristiche del prezioso nuovo oggetto, e svelarne così i misteri… e trovo che Dior così promette, a propsito diel “mio” Diorshow Iconic Overcurl Over Black“Forte della sua esperienza backstage, Dior ti presenta l’ultimo capitolo della saga Diorshow,  ispirato agli sguardi delle icone del cinema: Iconic Overcurl. Il suo segreto? Un applicatore incurvato ispirato ai piegaciglia professionali, in grado di offrire una curvatura estrema e una formula dall’effetto allungante.” 

diorshow_iconic_overcurl

Un interessante primo passo verso la conquista di uno sguardo da star del cinema. DEtto fatto dunque mi butto e lo provo… ok. Non sono diventata una star del cinema, ma l’effetto allungante e “approfondente” dello sguardo c’è. Le ciglia sono ben definite e, facendo attenzione a non pasticciare come al solito, non restano nemmeno gli sgradevoli residui (a “caccola”) che tanto mi danno sui nervi, e sbavano. La consistenza è cremosa ma non pesante (così che dopo 10 minuti, oh gioia!, non mi sembra di aver incollato un pezzo di scotch sulle ciglia), e ilsignorebenedicalamiaamica non mi ha regalato il waterproof quindi a sera, con l’occhio stanco e irritato dalle lenti, non devo intraprendere una battaglia campale a colpi di ammoniaca per togliere il cemento dagli occhi… viene via con un batuffolo imbevuto di acqua, o di tonico, con un paio di passate.

Semplice ed efficace, dunque, proprio quello che fa per me.

Ma ora voi direte: tutto qui? Tutto sto casino per dirci di un mascara che non fa i salti mortali ma è semplice e onesto?

Ebbene no, non è tutto qui, perchè curiosando sul sito di Dior, ….sono stata colpita dalla bellezza (e anche un pò sgtranezza) dell’attuale campagna pubblicitaria sui nuovi gloss – che sto già andando a vedere…appena ho finito di scrivere, qui). La campagna si chiama BE ICONIC, come il mio mascara, ma è dedicata ai gloss… ha persino un minisito dedicato, che è un bijoux.

dior_be iconic_gloss

A prescindere dal fatto che ho una vera e propria predilezione per i colori primaverili, soprattutto questa primavera, e che il look androgino e arioso dell’intera campagna “mi sfizia assai”, trovo la costruzione del minisito e della collezione, a dir poco geniale.

Un click dopo l’altro, vengo letteralmente risucchiata dal minisito, e dalle sue bellissime proposte. Non solo una palette di colori per i gloss divisi fra i brillanti, i perlati, e i puri (dio, quanto adoro i puri!!):

dior_be-iconic_gloss

Ma c’è anche la palette di colori a ruota fra cui scegliere… e a seconda del colore che si sceglie il colore delle labbra della modella cambiano, permettendo di farsi un’idea più o meno vaga (tanto io non son ouna modella quindi a me certi colori staranno da schifo comunque) del finish.. insomma, ci sono rimasta a giocare circa 20 miuti, prima di tornare a finire di scrivervi questo post… i colori mi rilassano, cosa vi devo dire.

dior_be-iconic_gloss_minisito

Le premesse, e le promesse, sembrano esserci tutte. Dior dice infatti di Dior Gloss Addicted: ” Il tocco magico di brillantezza e di moda per illuminare il viso. Il nuovo Dior Addict Gloss è una dichiarazione d’amore alla moda, un turbinio elettrico di colori glossy.La sua formula magica offre alle labbra una brillantezza inedita e un confort assoluto. Il suo segreto: il Mirror Shine Complex, microsfere cristalline polarizzate ordinano la riflessione della luce ricreando la magia di uno specchio perfetto. La formula trattante in gel, arricchita di sfere di acido ialuronico, rimpolpa e idrata le labbra, per un effetto volumizzante intensificato.   Dior Addict Gloss è disponibile in un vortice di 24 nuove tinte colorate e trendy, declinate in 3 differenti effetti, facili da indossare, per giocare con lo stile: Scintillante, Perlato, Puro”

Ed in effetti il vortice di colori proposti è davvero molto goloso, soprattutto le shade dei rosa, salmone e corallo, di cui sto diventando pazzamente addicted negli ultimi tempi *_* chissà perchè.

L’unico neo (perchè di pecca non si può parlare, visto che è un appunto che faccio secondo il mio gusto personale) è che tutti gli smalti che vengono presentati in coda alla collezione, pensati per le “party girl” sono perlati o brillantinati… mentre a me piace il look mat, uniforme, o effetto vernice.

E così eccoci dinuovo qua, con la fame di makeup scatenata da un unico, semplice, (non) insignificante regalino, come un mascara…

Siamo Donne,… what else?

Annunci