Un angolo di paradiso

Ci sono quelle giornate un po’ così, no?

Quelle in cui una ragazza si guarda allo specchio e si vede la faccia spenta, e allora si guarda un po’ attorno e cerca nei cassetti, per vedere se ha avanzato qualche campioncino di crema miracolosa da provare – tenuto da parte per anni e anni proprio per questa occasione (!)

Oppure quelle in cui ci sentiamo un po’ giù di morale e allora ci regaliamo una coccola. Un bagno caldo con l’ultima boccia di Lush avanzata da Natale, venti minuti di maschera facciale rigenerante o con quel peeling ai frutti che ci piace tanto (ma costa un botto, e perciò anche quello lo teniamo via per le “grandi occasioni”).

Ci sono quelle giornate in cui apri il cassetto e dici: “Toh guarda, ci sono ancora lì le linee cortesia di quelle creme che abbiamo portato a casa dall’hotel tale, o i barattolini formato viaggio di quelle creme prese alla SPA, o il sapone artigianale al cocco e Frangipani preso quell’altra volta”. Quella volta. Anni fa. E da allora conservati.

Frangipani

Profumi che ci sono piaciuti, sensazioni che ci siamo volute portare dietro, che ci fanno sentire speciali. E che usiamo nei momenti speciali.
O finiamo per dimenticare in un cassetto, per la paura di aprirli e poi finirli, per il terrore che perdano il loro meraviglioso profumo, e finiamo per perderli, esattamente come certi ricordi si sono ormai scoloriti, o sono addirittura scomparsi senza lasciare traccia, dalla nostra memoria.

In questo periodo mi sto facendo della violenza psicologica e andando contro la mia naturale vena da “accantonatrice”, per aprire, godermi, e finire alcuni di questi prodotti. Che tanto poi finirebbero buttati via lo stesso, perché palesemente scaduti. E allora tanto vale: godiamoci questo breve, fuggevole angolo di paradiso prima che la scadenza ce lo tolga del tutto, che diamine!

comfort-zone-campioncini

Così mi sono trovata ad aprire un giorno i campioncini di Comfort Zone, una linea da SPA che conosco solo grazie ad un regalo di Natale, di chissà quanti secoli fa, ma che mi ha conquistata immediatamente.
Perché vedete, i prodotti hanno tutti, e dico tutti, un profumo paradisiaco veramente.

Il kit di allora, che non vedo più in vendita sul sito (dove si sono fatti furbi e propongono i prodotti singoli, dal costo esorbitante, e solo un paio di linee speciali o formati “da prova”), era composto da 5 bustine, belle pienotte anche, da 10ml.

Delle originali 5 me ne sono rimaste 3, mentre la 4 la sto ancora utilizzando (a riprova del fatto che bastano anche per 6/8 spalmate abbondanti):

  • Body strategist remodeler cellulite
  • D-age body cream
  • Vital leg cream Gel

Le prime due, non avendo particolari problemi di aging, e trovando le creme per cellulite una delle cose più inutili e da boccaloni che esistano sulla faccia di questa terra, credo che le passerò alla mamma, che vedrà cosa farne.

La terza a tengo come una sacra reliquia per questa estate, quando nel caldo soffocante io avrò gambe belle fresche grazie alla spalmatura di questa crema alla menta (e altre meravigliose piante rinfrescanti).

La prima bustina, utilizzata qualche giorno fa, era Fruity peel gel alla frutta: un peel corpo delicato alla frutta (acido glicolico, malico, citrico e lattico, microsfere di jojoba, estratti di pompelmo, papaia, pesca e albicocca) dall’odore gradevolissimo, che mi è durato anche per 4 docce, ma che non mi ha convinto a farmi passare la noia per i trattamenti corpo.

comfort-zone-scrub-fruity

L’ultima bustina, ancora in fase di utilizzo, è Tranquillity cream per il corpo. Qualcosa di magico, credetemi. L’ho usata per ridare un po’ di elasticità alla pelle secca delle gambe, e ora l utilizzo (Con parsimonia) prima di andare a dormire. Confesso, anche per fare aromaterapia: mi addormento con nelle narici l’odore burroso ma vegetale, fresco, veramente rilassante, di questa crema, e dormo serena. O almeno mi addormento col sorriso ecco.

Sono andata a cercare ovviamente sul sito di Confort Zone, perché questa e solo questa crema avrebbe potuto farmi cambiare idea sull’odio per le creme in generale e quelle corpo in particolare, ma non ci sono buonissime notizie: i prodotti vengono veramente utilizzati nelle SPA (poche, sparse principalmente nel norditalia – la principale a Pavia, una piccina anche qui a Milano), e costano in linea con gli altri prodotti SPA di fascia alta.

C’è di buono che sul sito c’è anche un divertente test in 10 domande per definire i prodotti in base al tuo stile di vita http://www.comfortzone.it/it/mycomfortzone, laddove poi ti vengono consigliati i prodotti più adatti al tuo tipo, ma solo il peeling alla frutta costa 34,00€per un flaconcino da 150ml.

comfort-zone-test

Un flacone da 200ml di Tranquillity cream costa ben 68,00€ che insomma, non sono bruscolini nonostante il sito reciti le meravigliose proprietà (vere per una volta!) della magica crema: “con olio di amaranto, trimoist®, complesso tensore anti-età, olio di rosa e olio di vaniglia. L’olio di amaranto, dal greco “amarantos” owero immortale, è caratterizzato da una frazione lipidica composta principalmente da trigliceridi, tocoferoli e tocotrienoli molto affine alla pelle e alla rete antiossidante che la protegge. trimoist® è un complesso che mima i tre meccanismi cutanei di idratazione: rafforza la funzionalità del manto lipidico con sostanze lipofile, incrementa la capacità di legare acqua attraverso sostanze idrofile e migliora le difese cutanee grazie al betaglucano. Il risultato è una pelle compatta, idratata e protetta. un esclusivo complesso tensore anti-età, ottenuto dalla segale, favorisce la sintesi dei meccano-recettori che, se sollecitati da pressioni esterne o da un massaggio, stimolano una reazione che porta l’attivazione dei fibroplasti.”

E ne raccomandano: “applicare generosamente sul corpo e massaggiare fino ad assorbimento.”

comfort-zone-tranquillity-sample

Si, mentre nelle orecchie ti accompagna snervante il tlin tlin dei centesimi di euro che scattano, come nei vecchi telefoni a gettone. E tu che sospiri “ma quanto mi costi….”

I trattamenti corpo che mi hanno incuriosita di più, e che avrei voluto provare, dall’accattivante nome Aromasoul Therapy, anche loro non sono certo cheap: “Il body cream e lo shower gel contengono: “Eau vitale™, latte di riso, olii essenziali di limone, bergamotto, basilico, estratto di noce moscata, cardamomo, resina di incenso, vitamina E, e promette pelle setosa, tonica e profumata, efficace protezione antiossidante e rivitalizzante”, grazie alla miracolosa spirulina (si, avete letto bene) che come fa crescere l’alga della vita (Si, avete letto bene anche qui), dovrebbe rigenerare anche la nostra pelle…”

comfort-zone-aromasoul-body-cream-indian

..e io che li avrei comprati solo per “sniffare” un po’ di paradiso!

Annunci