Make up trends Fall Winter 2013-2014

Nel corso degli scorsi post, e perdonatemi il gioco di parole, abbiamo cominciato a vedere quali sono i trend colore per la prossima stagione autunno-invernale. Adesso cominceremo a declinare, argomento per argomento (scarpe e accessori, tessuti e abbigliamento, make up) le varie tendenze, e soprattutto, le declinazioni che ne hanno dato stilisti e case di moda nelle scorse sfilate di presentazione collezioni. Il tutto, per tentare di racappezzarci su “cosa fare il prossimo autunno: come vestirci, come truccarci, che scarpe indossare…” etc etc.

autumn-colors

Non che dobbiamo seguire pedissequamente la moda (onestamente: alcune mise sono veramente improponibili, e di Lady Gaga al mondo ce n’è una — per fortuna!), ma prendere un piccolo spunto di riflessione, per poi rielaborarlo secondo il nostro stile, o per cambiare il nostro stile, fa sempre bene. in fondo siamo animali sociali e non viviamo su isole deserte: l’occhio vuole la sua parte!

E visto che l’occhio vuole la sua parte, cominciamo proprio dai Make up Trends Fall Winter 2013 – 2014: che cos’hanno le grandi case cosmetiche da raccontarci?

Insomma, curiosando qua e là, possiamo riassumere affermando: hanno più o meno tutte la stessa storia da raccontarci, e tendenzialmente le storie sono due. C’è chi segue il filone “natural“, classico e tradizionale, e chi punta sul “cosmic look” da acchiappo.

Al primo caso, ovviamente, si accodano le extra-luxury case cosmetiche francesi e non, e i relativi “imitatori”: Dior, Chanel, Givenchy, Diego della Palma, Lancome, Collistar, etc. che si rivolgono ad un pubblico più “maturo”.

Al secondo filone si accodano le case Mid e Low cost che puntano ad un pubblico più sbarazzino: MAC, Kiko, Pupa,  fino ad arrivare alle linee make up “da supermercato” (per tacere delle clamorose uscite fuori dal coro di Essence e Catrice, che per questa stagione dovrò abbandonare).

C’è quindi solo l’imbarazzo della scelta, fra queste nuove collezioni, e questo imbarazzo è legato soprattutto e soltanto ai gusti personali, alla propria attitudine nel vestire e truccarsi, al proprio estro, e alle proprie esigenze.

Personalmente, come avrete ormai capito, sono una “nonna” dai gusti classici, a volte anche troppo “rigidi”, che ama sperimentare ma con compostezza e misura (come dice la marchesa di Pechino Express ahaha!), e quindi preferisco attenermi agli stili del primo caso, il filone classico, magari affezionandomi di volta in volta ad un particolare “coup de foudre“, ma senza andare troppo sull’alternativo.

Ma ora godiamoci la carrellata d’ispirazione per i look e makeup della stagione invernale entrante, suddivisi per tendenze: partiamo dalla CLASSICA

Chanel – la collezione si chiama Superstition, ed è tutta giocata sui toni bon ton (scusate il gioco di parole) caratteristici di Chanel, ma reinventati secondo il filone teneramente “magico” della superstizione. Ogni prodotto è presentato in maniera particolare, con una storia tutta sua (sul sito è anche divertente da leggere!). Devo dire che la collezione mantiene una certa freschezza primaverile che non mi dispiace (tutto sta a vedere se mi resta questa vena decadente autunnale che mi sta facendo virare verso i colori scuri, i marroni e i viola…  ma ne parleremo in un prossimo post).

chanel-maquillage-autumn-2013-superstition chanel-collection superstition-2013-col

Unica pecca: i colori delle Vernis non mi fanno impazzire. Credo che anche quest’anno rimarrò fedelissima al mio prezioso, amatissimo (venerato direi) Rouge Noir. Sarò agèe ma è così.

chanel-collection superstition-2013-all

chanel-collection superstition-2013

Dior – Mystic Metallics è il nome della collezione invernale Dior, appena uscita negli store, e già qui cominciamo a vedere che si cambia solfa e si punta su uno dei grandi temi dii stagione: il metallico. Metallici riflessi nello sguardo, metallici riflessi sulle unghie, metallo addosso in catene borchie e accessori (vedrete). Dior tiene ancora comunque un tono abbastanza sobrio fra le sue sfumature, proponendo grigi, verdi acidi, e colori naturali mischiati.

dior-mistic-metallics-fall2013

La palette 4 colori di Dior è FAN-TA-STI-CA. Io odio le palette colori, ma questa la desidero.

dior-mystic-metallics-collection-for-fall-2013-nails dior-mystic-metallics-collection-for-fall-2013

Givenchy Soir d’Exception resta anche questa collezione fall winter 2013 sui toni neutri con un makeup pulito ed essenziale. Carini i colori per gli smalti.

Givenchy-Fall-2013-Soir-DException-Collection-1

Una collezione forse un po’ spentina..?

Givenchy-2013-Fall-Winter-Soir-DException-Collection

Yves Saint Laurent – come potete notare, si butta in controtendenza mantenendo il verde acido fra i colori di punta della stagione.

Nonostante la nota acida un po’ rocchettara, amiamo smodatamente le sfumature dei rossetti che virano al vinaccia. Yum!

ysl-maquillage-aautumn-2013 ysl-maquillage-aautumn-2013-all

Tom Ford – una new entry fra le mie preferite, questa collezione dai toni golosamente dark. Adoro, e la comprerei al completo.

Tom-Ford-Fall-Winter-2013-Makeup-Collection-2

Passiamo ora alle collezioni makeup per la tendenza più aggressiva e à la page:

Pupa – Cosmic BeautyCollection, la collezione gemella di Kiko (vedi sotto), che presenta l’autunno 2013 in sgargianti, metallizzati, bluettanti, elettrici, psichedelici, colori notturni.

cosmic-beauty_cover-collezione_163515 cosmic-beauty71

Kiko – Dark Heroine collection. Valgono le considerazioni di Pupa,. più una domanda… modella dai tratti asiatici per il mercato Italiano? Cosa mai vorranno dirci? (una scelta molto interessante visto che i tratti asiatici, con le tonalità della pelle etc. non sono esattamente replicabili e quindi io personalmente mi trovo un po’ in difficoltà – anche perché queste nuances dei blu e gli occhi esageratamente allungati con kohl e matite e eyeliner non mi stanno proprio bene 😦 )

DarkHeroine_KIKO

Dovrò quindi rassegnarmi a scegliere solo 1 o 2 tonalità e relativi prodotti da utilizzare (quelle più neutre), e salutare questa collezione per quest’anno. I blu e i verdi, proprio no. Peccato.

MustHavePalette_GetTheLook02_Palette

DarkHeroine_Eyechart03_Palette_KIKO DarkHeroine_Eyechart02_Palette_KIKO

Anche le case cosmetiche regine del low cost si orientano verso gli accostamenti arditi di colore:

Essence – con la collezione Be Loud in uscita nei prossimi giorni, si aggira ancora nei meandri del look mimetico a cui accosta l’arancio, dopo aver esplorato le nouances tribali con la Tribal Summer 2013 (ancora nei negozi assieme alla Me and My Icecream, dai tono più caramellosi e soffici).

Essence-Be-Loud-autunno-2013

Catrice invece lascia spaziare fra ben 3 linee: la tribale (L’Afrique c’est chic ), la sognatrice (Eve in Bloom) e quella che personalmente preferisco e sto aspettando nei negozi (sempre che la mettano qui in Italia e si riesca a trovare prima dell’assalto! La Arts Collection, con 3 palette e 3 nail polish glitterati.. e basta!)

catrice-eve-in-bloom

Catrice collezione autunno 2013 – Eve in bloom

Catrice-make-up-autunno-2013 (2)

Catrice-make-up-afrique-2013

Catrice Makeup Autunno 2013 L’Afrique

CatriceSpectaculART Catrice-Arts-Collection-Winter-2013-Ultimate-Nail-Lacquer

Catrice-Arts-Collection-Winter-2013-Face-Eye-Palettes

Catrice Arts Collection speciale 2013

Uh ma quanto è bellina la palette 01??? la voglio, già lo so… mi toccherà fare a pugni con le sfitinzie (=tributo agli anni ’80) agli stand per accaparrarmene uno.. se mi leggete sulla cronaca: io vi ho avvertiti.

E dunque cosa altro aggiungere, care lettrici? Ma i vostri commenti e le vostre preferenze, ovviamente 🙂

Annunci