A sneakpeek on… Ilaria Nistri SS14 collection

Carissimi e carissime, continuiamo oggi con i post dedicati al materiale raccolto durante gli scorsi press days a Milano, e concentriamoci su un’altra importante fashion designer, ed alla collezione ss14 – spring summer 2014 presentata al pubblico: Ilaria Nistri.

ilaria-nistri-stilista

Già il sito della stylist, così come il sito fisico dello showroom (un capannone industriale completamente rimodernato, di quelle architetture di design che tanto mi affascinano), danno forti indicazioni del twist urbano e di design della collezione.

Ilaria-Nistri-showroom

Architetture industriali e design per lo showroom Ilaria Nistri

Il disegno appare più chiaro appena varcata la soglia dello showroom: grandi spazi “arredati” da oggetti di design artigianale e da installazioni contemporaneo-chic che catturano l’occhio nonostante la “fredda” e quasi monotonale cromaticità sia della collezione (giocata sui toni del nero, sui grigi, sui colori del ferro e delle pietre preziose, sui verdi, oliva e smeraldi, sui blu, e su qualche sprazzo di verde e giallo acido per rompere gli schemi) che degli ambienti e delle installazioni.

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

La collezione principale, Ilaria Nistri PE14, è tutta giocata su asimmetrie di tagli, a volte anche arditi, su un look androgino, urbano ma dal fortissimo carattere, e sulle giustapposizioni di tagli, materiali, concept creativi, visioni, sovrapposizioni.

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

Lo vedremo nei singoli post che ho intenzione di dedicare alle collezioni:

La struttura concettuale di ogni outfit – prodotto di un design architettonico pensato nel minimo dettaglio – si annulla in una dinamicità leggerissima. “

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

Georgette di seta, crèpe de chine, si alternano strato su strato, trasparenza contro velatura, con colori basici e tenui e stampe astratte che diventano design, per poi cedere il passo agli intarsi di maglia e felpa, e alla pelle, regina incontrastata della collezione, e alle sue lavorazioni:

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

 “È spaccata, resinata. Sa evidenziare un gioco di lucido-opaco in giubbotti e gilet dai dettagli biker e, se coperta da una leggera resinatura, riesce a conferire a giubbotti smontabili quell’aspetto semilucido e irregolare che afferma dinamismo ulteriore.

Cui si aggiunge un nuovo segno di stile, cifra della collezione: l’anguilla. L’ equilibrio del contrasto risiede nel tratto serpiforme delle pelli assemblate. Sottolinea l’evidenza di un movimento rigato che esprime l’estrema contemporaneità di questa collezione e l’ulteriore twist della mano cartacea, frutto di una speciale concia che interviene inoltre sulla lucentezza del pellame rendendolo più opaco”.

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

IN.IMG_2563

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

La stampa si afferma come elemento di design, non di decorazione

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

i volti stilizzati di Anne Cecile vanno ad impreziosire i materiali altrimenti “”nudi”: cotone, felpa.

La collezione Roque, invece, ha un taglio molto più urbano, sia nell’utilizzo di materiali “poveri e grezzi” come il cotone e la felpa (ma impreziositi da tagli non scontati e rifiniture a vivo che saltano subito all’occhio per la pregevolezza della fattura), la maglieria smacchinata con dettagli di zip e tasconi che compaiono all’improvviso, come se “dimenticati” in un primo momento e poi aggiunti al capo, per renderlo unico e inconfondibile, che nello stile.

“La ricerca si fa stile impossibile da confondere, se si rileva che proprio nelle felpe – alle quali possono mischiarsi inserti di pelle di agnello e denim in lino/cotone o in tessuto accoppiato al jersey – il processo di tintura ad enzimi realizzato in capo, crea una distonia cromatica dove il blu del denim è trasformato in una nuova e seducente alchimia.”

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

“Con fluorescenze decise quali il verde Wasabi, con la determinazione del Frozen Green o con la sfumatura più calda e stemperata di nuovissimi malva e militari usati per la prima volta. Su tutto si staglia un bianco nuovamente affermato. Con decisione e una sua specifica tenerezza.

L’informale è diventato ricco.”

Ilaria-Nistri-ss14-collection-preview

Per un’occhiata più approfondita delle collezioni Ilaria Nistri PE 2014, vi aspetto al prossimo post con i lookbook.

E non dimenticatevi di seguirmi sui “soliti” social, dove potete trovare PIU’ di tutto (o quasi) 😉

Annunci