10 idee regalo a 10€ per un Natale low cost (ma non triste)

babbo-natale

Stanche di girare come dei Babbi Natale con le pile scariche, che non sanno più davanti a quale negozio andare a parcheggiare le proprie renne?

Il portafoglio natal-aziendale piange miseria e voi avete ancora tutti i regali da fare?

Stressate dalla frenetica corsa ai regali di Natale, non sapete più a che santo votarvi?

Tranquilli, c’è la vostra NonnaSo, che vi regala la sua lista “di emergenza” dei regali di Natale (qualcuna mi ha definita “the Christmas Planner” e io voglio essere all’altezza della sua preziosissima opinione!!) ovvero i 10 pensierini salvavita: 10 idee regalo a 10€ per un Natale low cost (ma non triste).

regali-natale

si, Low cost.

Perché chi l’ha detto infatti che per far capire a qualcuno che gli vogliamo bene dobbiamo spendere un capitale? Se abbiamo davanti una persona intelligente, e che sa godere delle piccole cose, potremo farla felice senza intristirci noi.. e se abbiamo davanti l’altro tipo di gente, quella che non sa mai accontentarsi di nulla, in ogni caso nulla sarà mai abbastanza perciò.. mettiamoci l’animo in pace e godiamoci lo shopping natalizio: l’unico tipo di shopping che ci gratifica profondamente anche se non stiamo comprando per noi!

regali-natale-google-580x300

1. I calzettoni scaldoni:

Da Tezenis: l’argomento mutande, pigiami, canotte, calzini è sempre vivo ed è un must del regalo di Natale. Una coccola ben assestata non può infatti prescindere dal toccare la sfera intima, ovvero i momenti di meritato relax che ci riusciamo a concedere in una giornata.

Cosa c’è di meglio che dimostrare quindi ad una cara amica (ad esempio) che le vogliamo bene e le vogliamo tenere i piedini (quelli sempre congelati) belli al caldo?

christmas-babbuccce-tezenis

In più fidatevi: il calzettoni bianchi io li ho comprati… sono imbottiti “di pecorella” (ovvero di peluche) mentre fuori sono knittati… una favola e tengono caldissimi i piedi, li adoro!!

christmas-calze-tezenis

2. il completino intimo

Grandi e piccini, mamme e bambini, tutti vanno matti per i completini intimi. Che si tratti della versione più “osè” comprata da Intimissimi, Yamamay, Benetton, Tezenis, (e non osiamo spingerci oltre fino ad Agent Provocateur o Laperla… che lì servirebbe aggiungere un paio di zeri al nostro miserrimo budget), una mutanda ben comprata non è mai una cavolata.

Non va del male, e come dice la protagonista di “I love Shopping“: l’intimo è un diritto inalienabile di ogni donna.

christmas-canotta-tezenis christmas-boxer-tezenis

Entro il budget stabilito, vi segnalo i simpaticissimi completini mutandine + canotta per bambini da Tezenis, o i mortalmente trendy boxer da ragazzo /uomo (sempre da Tezenis, che quest’anno per fortuna non attacca “aggeggi” ai propri boxer… phew, scampato pericolo, quelli dello scorso anno erano inguardabili)!

3. Mug, tazze, tisaniere e bustine di te’!

Altro must dei momenti di relax: il teatime! La pausa the/tisana è uno dei piccoli piaceri della vita che ci dovremmo concedere molto spesso. Parlo per noi donne, ma so che anche qualche uomo è ormai un fan conquistato del teatime, perciò anche per i regali ai maschietti potete pensare a una tazza da sorseggio (magari stando lontani dalla prosaica “squadra del cuore” così come dalle decorazioni troppo sdolcinate…)

Vinyl-Christmas-Mugs-Santas-and-Ho-Ho-Snowflakes christmas-mug

4. Sciarpa, guanti e cappello

Sempre invece per la teoria del “tenere caldi i vostri amici” potete optare per un simpatico paio di guanti, una sciarpa, o un cappello. Difficilmente nei 10€ riuscirete a farci stare tutti e tre (a meno di non avere una bbotta di c… fortuna al mercato)ma la vita è fatta di scelte difficili.

hem-berretto hem-guanti hem-sciarpa

Da H&M ci sono dei simpatici guanti e delle muffolette imbottiti di pelliccia (su cui ho lasciato il <3) che sono un amore, e anche delle promozioni speciali con alcune sciarpe a 10€, veramente calde e carine. In alternativa, i soliti Pull&Bear, Pimkie, Bershka, Stradivarius.

5. Bombe da Bagno Lush

ok, lo ammetto, qui nei 10€ ci si sta stretti, ma come dice il buon Obama.. si può fare! Cioè si può restare nei 10€ comprando le bombe da bagno sciolte e poi confezionandosele con un bel pacchetto di Natale a casa. Per chi non vuole rinunciare a regalare una supercoccola profumosa (che sarà gradita a ogni donna, dico OGNUNA a cui la regalerete, ve lo garantisco). Un pensierino classico ma chic.

bagno-schiuma

6. candele profumate, essenze, olii & profumi

Tutto è valido in amore, in guerra, e a Natale! Anche essere un po’ riipetitivi.

Se dunque avete un’amica che ama particolarmente circondarsi di olii, essenze, candele profumate e simili (e siete BEN CERTI di conoscere i suoi gusti in fatto di “sniffo”) andrete a colpo sicuro con una bella candela. Il top dicono che siano le Yankee Candles – ce ne sono di sfiziosissime in edizione limitata del Natale – ma potete anche non spingervi così oltre.

Ricordate? E’ il pensiero (e l’odore) quello che conta!

Christmas-candles

christmas-decor-holiday-candles-with-sleeves-snowflakes-and-christmas-trees

Yankee-Candle-

 7. un buon libro

Chi ne legge tanti lo sa: di libri buoni (di quelli da divorare) non se ne hanno mai abbastanza sulla mensola della libreria, o fra le mani, e leggere un buon libro, di quelli in cui perderti fino a dimenticare dove sei, è uno dei piaceri più grandi delle spensierate vacanze di Natale.

Se avete dunque amici che amano la lettura, non perdete l’occasione di scegliere un buon libro per loro. Ve ne saranno grati (chè, al giorno d’oggi, la cultura costa…)

Libri-per-Natale-2011

E qui, facendo molto sforzo per limitarmi a SOLO 3 libri che ho recentemente visto in libreria e desiderato con tutta me stessa, condivido la mia wishlist:

  1. Jonas Jonasson “L’analfabeta che sapeva contare” (secondo libro dello scrittore che ho amato particolarmente in “Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve”… se non lo avete letto, fatelo. Vi conquisterà con le lacrime agli occhi..dalle risate. E dio quanto vorrei già leggere la sua seconda fatica senza aspettare che esca ad un prezzo più ragionevole!)  analfabeta-jonas-jonasson
  2. Philippe Pozzo di Borgo “Il diavolo custode” (libro da cui è stato tratto Quasi Amici… come mi ha incuriosita capire se il libro è bello quanto il film!!)
  3. Helen Fielding “Mad about the boy” (sequel delle divertenti avventure di Bridget Jones… sperando che l’autrice non abbai perso il suo tocco, o scritto il libro solo per soldi, e non perché aveva da raccontare una buona storia…gusti sdolcinati, lo so, ma cosa volete farci: di brutture e ammazzamenti ne vedo già abbastanza nella vita reale. coi libri voglio sognare!)

8. cose buone da mangiare

Ho un amico, il mio più caro amico, in effetti, che ci regala sempre cose da mangiare (e una saponetta di sapone grezzo fatto in casa, ma su questa non mi dilungherei perché a volte gli è capitato di sbagliare le dosi e farla con lo strutto…beh sono anni le cui saponette “eau de maial” non vorrei ricordare…). Dicevo che questo mio caro amico ci regala sempre cose buone da mangiare. E’ un po’ ossessionato dallo “sfamarci”, ma a me fa sempre molta tenerezza perché ogni suo gesto è fatto con il cuore, ma davvero: lui ci vorrebbe sfamare tutti, e il gesto simbolico del regalarci prodotti per la tavola la dice lunga sul suo desiderio di tenerci sempre sazi e al sicuro dalla fame.

dolci-di-Natale-calorici-cupcake-con-zuccherini

In più, ci racconta sempre l’origine dei prodotti che sceglie: ogni anno lo passa a scoprire, vagliare, censire e poi scegliere i produttori della zona (o dei luoghi dove si reca in vacanza) da cui fare i suoi acquisti. I prodotti sono sempre straordinari per bontà, freschezza, e origine a km-zero, genuini…insomma il meglio.

Vorrei passarvi questa sua idea: regalate una prelibatezza, un dolce o qualcosa che sapete essere il preferito della persona a cui volete bene. Dio solo sa se di questi tempi potreste anche fare molto felice una tavola che altrimenti non sarebbe più…quella di “una volta”.

Macarons

Miele, marmellate e conserve (anche fatte in casa e poi confezionate in sfiziosi barattoli decorati), pasta a farine speciali, dolci, vino per gli uomini, un tris di insaccati (sempre per gli uomini…perdono la testa per i salami almeno quanto noi per le scarpe!), cose così, insomma.

panettone

9. Tecnologia

come come come? Pensate di non poter regalare della buona tecnologia, comoda, di quelle che non ti fanno girare per casa come un’anima in pena cercando quello che ti serva senza trovarlo? SBAGLIATE!

Con pochi euro (e conoscendo i posti giusti) si può regalare della buona tecnologia “di supporto” e far felice il vostro amico “tecnomane” (oppure quello che di tecnologia non ci capisce una fava e quindi si deve affidare alle vostre illuminanti consulenze)!

Via allora alla conquista di cavi di connessione “portatili” (spine da viaggio e cavi per la ricarica del telefonino: non ne abbiamo mai abbastanza, non ne abbiamo mai uno sotto mano quando serve, non ce n’è mai uno che funzioni quando siamo in viaggio), guanti touch (per non prendere freddo alle mani se siamo di quella razza di bipedi che mentre camminiamo per strada sentiamo l’impellente bisogno di chattare, mandare sms, whatsappare, uploadare il nostro status su facebook e compagnia bella… o se lo è il nostro amico), custodie per i telefonini (basta tenervi lontani da certi modelli che vi ho già illustraato…terribili, toglierebbero il sonno anche a un serial killer!), chiavette usb spiritose, casse wireless per il

telefonino… si, tutto sotto o attorno i 10€ di spesa (dai cinesi, al Bennet -Carrefour -Auchan etc. oppure da Tiger).

guanti-touch

tiger-altoparlanti

Macbook-USB-595x427

ps. una valida alternativa sono anche i dispositivi di amplificazione “camuffati”, ovvero i cappelli con le cuffie incorporate, gli orsetti-speaker per il vostro lettore mp3, i cuscini con cassa incorporata (hi -sleep e compagnia bella) che vi diffondono direttamente all’orecchio, con morbide note stile ninna nanna, la vostra musica preferita. Forse però questi gadget arrivano a costare “qualche deca” più dei 10€ di budget… quindi li menzioniamo soltanto.

10. una pianta

lo so lo so..con questa vi sembra che ho scalato le classifiche del trash e dello scontatismo estremi… ma vi sorprenderete: di quanta gioia può donare una bella pianta ben regalata, alla persona giusta soprattutto. E poi, avete mai notato quanto fa gaia atmosfera natalizia una stella di natale a centrotavola?

Stella-di-Natale-come-curarla-e-farla-fiorire

Un’unica raccomandazione: per evitare di far soffrire inutilmente le piante, assicuratevi che laa persona a cui la regalate abbia un minimo di pollice verde. Se si tratta invece di gente come mia madre, cui misteriosamente una stella di natale non dura dalla vigilia a capodanno (ma che dico quasi non arriva a santo stefano)… astenetevi

O regalatele un bel cactus di natale.

christmas-lights-on-cactus-at-dusk_p

pps…. se si tratta di vostra suocera.. non regalatele il “cuscino della suocera”, potrebbe conoscerne il significato e… non gradire ahaha!

Annunci