10 passi per fare saldi “felici” con un budget contenuto

Lasciatemelo dire con un certo orgoglio: i saldi di NonnaSo non deludono mai!

Bubble-Vintage-Sale

..nemmeno quando partono da budget dalle cifre pietose, in cui (ad esempio) non si devono superare i 20€… IN TOTALE.

Ma io lo faccio per voi, sapete? Per dimostrare che si possono fare i saldi anche in maniera risparmiosa e intelligente… e sopravvivere per raccontarlo!

Il segreto? (oltre ad essere disperate e sull’orlo di una crisi… globale?): ecco i 10 passi per fare saldi “felici” con un budget ultra-contenuto

  1. focalizzarsi sul proprio interiore: sia che si tratti dell’interiore del vostro armadio che del vostro vostro… di interiore, cominciate a mettervi nell’ordine delle idee che non tutto si può avere. Che i soldi non comprano la felicità (o così si dice in giro, ma nel qual caso: se ne avete, teneteveli ben stretti, e se non ne avete..di cosa stiamo parlando, tanto non ne avete!), che di magliette, camicie e compagnia bella ne avete di ogni taglia forma e colore e che non saranno certo quelle che potrete comprare in saldo a cambiarvi la vita.. cominciate cosi: dai mantra di preparazione. sales
  2. cominciate qualche tempo prima dei saldi a compilarvi le liste mentali del “celocelomanca”, del “cosa mi servirebbe”, “cosa vorrei” e del “cosa ho visto e ci torno ai saldi” e così via… serviranno da base per “the ultimate list”, la lista di non più di 5 oggetti che vi concederete per i saldi (quindi, siate accorte con quello che desiderate… e con il calcolo di quanto potrebbe costarvi!)
  3. a partire da queste liste, compilare una lista dei desideri (realizzabili), sulla base della vostra disponibilità monetaria e delle vostre “necessità” (si, lo so che stiamo parlando di saldi, regno del superfluo, ma cche male c’è ad approfittarne invece per unire l’utile al dilettevole? vintage-sale
  4. avete la lista dei vostri desideri realistici? bene, cominciate a sfoltire, sfoltire, sfoltire.. tagliate le cose che costano troppo (ad esempio le maglie sopra i 20€, i cappotti sopra i 50€ e così via, se il problema è il budget ridotto, oppure i doppioni se il problema è lo spazio) …fino ad arrivare ai benedetti 5 e solo 5 oggetti che vi concederete (oppure 1 molto grosso… nel caso abbiate desideri per così dire “esosi”).
  5. Avete la vostra lista dei 5? fermatevi ancora un attimo e fatevi le due odiose domande: “mi serve davvero??” (o ne ho altri 10 che non ho mai messo, i colori diversi) e “sarà ancora di moda fra 1 mese, o 1 anno?”. Se la risposta non è un si convinto per entrambe le domande: depennate. Vi costerà qualche lacrimuccia, ma procedete senza indugio e con il polso di ferro: DEPENNATE! o finirete per pentirvene…
  6. uscite in ricognizione, spesso, entrate anche due o tre volte nello stesso negozio, provate tutti i capi che avete sottomano, cominciate a segnarvi taglie e sconti.. ma non comprate NULLA, per il momento.
  7. Comprate SOLO e SOLTANTO se il capo è: l’ultima taglia e/o ultimo capo disponibile e proprio lo volete (ma depennate DUE oggetti dalla vostra lista dei 5, per punizione – a meno che non sappiate di un altro store in cui potete andare a cercare lo stesso capo, sperando in un ulteriore sconto più avanti); ad un prezzo stracciatissimo o con uno sconto di partenza del 70% (non superate comunque i 10-15€ per capo… il resto può aspettare); un capo particolarmente trendy che siete già state fortunate a trovare il primo giorno di saldi, ma sapete andrà a ruba (un esempio per tutti: il capitolo Tartan) super-snoods-giveaway3
  8. il senso di colpa di aver effettuato un acquisto prima che fosse veramente indispensabile (e furbo farlo) dovrebbe già avervi aiutate a risparmiare sui futuri acquisti, ma se così non fosse… ricordate che i veri affari si fanno solamente negli ultimi giorni. Negli ultimissimi giorni. ricordate? La pazienza è la virtù delle compratrici accorte…. così, vi suggerisco di ignorare bellamente quei negozi che espongono solamente un timido 20-30% di sconto. Ignorarli per sempre e depennarli dalle liste (come faccio io) o tornare più avanti nei saldi resta una decisione vostra. Io ho perso la pazienza.. da questo punto di vista.
  9. Se state procedendo con il piano A (quello delle compratrici accorte) cominciate a valutare le alternative ai vostri desiderati acquisti: marche più low cost, tessuti diversi, colori diversi e magari più mettibili… pensate alle varie combinazioni prezzo-qualità e scegliete le migliori (solo il meglio, per noi!) talize-50-sale-vintage
  10. ricordate infine anche, se ce la fate, di acquistare nei negozi “di fiducia“” (quelli che per esperienza non vi hanno mai deluse): non c’è nulla che rovini di più l’allegria dei saldi che beccarsi una sòla senza vederla arrivare… che poi non possiamo dare la colpa ad altri che a noi stesse, e la ferita rimarrà aperta e sanguinante ogni volta che apriremo l’armadio e vedremo quella sòla lì in bella vista….

saldi

ps. Ma per scoprire i saldi di NonnaSo.. dovrete pazientare ancora un po’! Alla prossima 😀

Annunci