Accessori e scarpe: nuove collezioni primavera estate 2014.. low e midi cost

Quando ho un po’ di tempo libero, voi lo sapete, mi piace gironzolare per la mia città. Respirare un po’ di aria (ecco, magari non è proprio aria buonissima.. ma da queste parti non si può certo fare gli schizzinosi) e guardarmi intorno. Notare come il volto della città cambia, e dirmi che preferivo quello che c’era prima, oppure che adoro come hanno sistemato adesso.

get-up-and-go

Ovviamente, una passeggiata svagante non è degna di essere nominata se non ci aggiungo anche la consueta ricognizione per negozi, alla ricerca degli ultimi saldi o, come in questo caso, delle sfiziosità e dei nuovi trend comparsi sulle mensoline dei negozi con le nuove collezioni primavera estate 2014.

Una ragazza deve essere preparata a tutto, soprattutto alla nuova stagione (nella speranza che prima o poi arrivi, ecco…ahahah)

Questa volta mi sono concentrata sulle marche di abbigliamento low cost (con unica eccezione di Zara che, comunque, facciamo rientrare nel girone visto che se stiamo a guardare i costi delle grandi firme… vabeh, stendiamo un pietoso velo). E in particolare mi sono concentrata sugli accessori.

Si, perché i capi di vestiario, ormai, diciamocelo, sono un po’ tutti passepartout quelli che ho in armadio. Ma niente come un accessorio ben posizionato può rinnovare un outfit.. magari un po’ datato. (ma che noi chiameremo vintage chic!)

Vediamo dunque marca per marca che cosa ho trovato di carino, che cosa mi ha ispirato un sentito “lo vorrei tanto…” e anche qualche deciso “lo voglio, cacchio!”, e infine anche che cosa mi ha lasciata perplessa (quando non proprio disgustata e inorridita) difronte al concetto di “moda” che voleva passare.

1. H&M:

hm-conscious-collection

H&M conscious collection

Deludente per questa stagione per quanto riguarda gli accessori come collane, orecchini, anelli e bigiotteria varia (mi aspettavo qualcosa di più, invece è sempre la solita pacchianeria) e anche per quanto riguarda i cappelli ( ero stata attirata dall’allettante idea che avessero proposto un paio di versioni low cost dgli amati cappelli flosci di paglia, ma in negozio sono praticamente impossibili da reperire), H&M propone però il miglior rapporto qualità/prezzo per quanto riguarda le scarpe, secondo me.

hm-scarf

hm-shoes

trend di stagione.. l’ankle boot “a vista”

Non è infatti un segreto che mi stia guardando intorno per vedere se riesco a recuperare, con poca spesa, un paio di stivaletti alla caviglia, per risolvere un paio di outfit che mi creano problemi. Qui ho trovato un paio di alternative valide:

hm-stivaletti-neri hm-stivaletti-neri

adoro questo colore e adoro il dettaglio metallico sul tacco… peccato che gli outfit richiedano il nero 😦

C’è anche una interessante variante sneaker, che però ho trovato solo online e non ancora in negozio… ma insomma, c’è tempo:

hm-sneakerMa la cosa che più assolutamente vorrei, e che avrei comprato se l’avessi trovata in negozio, è questa:

hm-tracollina

H&M tracollina gatto, collezione spring 2014

ahahah è troppo un amore!! sta sui 14,90€… deve essere mia!

hm-bag

2. Pull & Bear:

solitamente collezioni davvero troppo sbarazzine e da giovinette per convincermi appieno, sono entrata a dargli una possibilità perché sotto i saldi può capitare di trovare sneakers e scarpe a prezzi imbattibili (fra i 9 e i 20€). Avevo ragione… solo che non ho trovato le taglie, maledizione!

pull-bear-ss14-stivaletto

Pull & Bear, stivaletto nero, vecchia collezione

E tuttavia, la nuova collezione ha riservato un paio di sorprese davvero carine:

pull-bear-ss14-sandalo-bianco

Pull & Bear, sandalo basso, nuova collezione

pull-bear-ss14-sandalo-zeppa-blu

Pull & Bear, sandalo zeppa blu, nuova collezione

Da Pull & Bear il resto degli accessori sono a dir poco irrilevanti

3. Berhska:

ha rivelato delle belle sorprese, in effetti. A parte alcuni orrori (tipo l’ankle boot in finto cavallino che in sé sarebbe stato abbastanza particolare da piacere, ma che alla fine preso in mano si rivela una cosa cheappissima che non si può guardare), la nuova collezione scarpe spazia in tutti i gieneri: ci sono le sneakers, sia alte che basse, sia con la zeppa che non, e ci sono persino quelle di finto pizzo; ci sono gli stivali da biker e ci sono quelli tacco 15 a stiletto, ci sono le decolletè (che poi però mi dico sempre che capisco perché cresce una gioventù di zoccole, se un marchio che veste l’adolescenza propone certe cose… perdonatemi ma è così che la vedo); ci sono gli ankle boots, le zeppe colorate e le ballerine.

Bershka, spring 2014 collection - ankle boot

Bershka, spring 2014 collection – ankle boot

Bershka, spring 2014 collection - zeppas

Bershka, spring 2014 collection – zeppas

Per tutti i gusti proprio

E poi, ci sono clutch, borse, borsine, borsette e ….le mini cartelline rigide ma così deliziose che me le sarei mangiate in un boccone!

beshka-ss14-cartella

Bershka, spring 2014 collection – cartella

E una versione cheap del panama (Che però è a tesa un po’ larga per i miei gusti… e bien, apprezziamo lo sforzo)

Bershka, spring 2014 collection - panama

Bershka, spring 2014 collection – panama

4. Mango:

sono entrata per vedere i famosi mocassini bicolori, che la fanno da padrone nella nuova collezione. DEvo dire: prezzi troppo alti e materiali che mi sembrano decisamente non all’altezza… Francamente, l’intera collezione mi sembra un po’ troppo nonna/bon ton, per allettarmi davvero (dio che ppalle quelle scarpe chiuse e quei mocassini!)

mango-ss14-mocassino

E il mocassino bicolore con dettaglio pitonato non era in vista per essere provato/tastato. tsk. Cassato senza possibilità di appello.

5. Zara:

ok, sono uscita da Zara con gli occhi che brillavano e le pive nel sacco (che prezzi, gente), ma anche con più dubbi e perplessità di quando ci sono entrata. Definire la collezione primavera estate di quest’anno “difficile” (per me almeno) è un eufemismo. Alcune cose adorabili e trendy, altre…

Ma partiamo dai “si, lo voglio”:

zara-ss14-tronchetto

Zara ss14 -tronchetto

zara-ss14-tronchetto

Zara, ss14 collection – troncchetto

zara-ss14-tronchetto

Zara, ss14 collection – sandalo collo rigido

Zara-spring2014-shoes

i LOVE the color!

Zara-spring2014-shoes

zara-ss14-decolletè

Zara, ss14 collection – scarpe da urlo!

E anche alcune borse niente niente male direi…

zara-accessori-borse

Zara, spring collection 2014 – tracollina bicolor

zara-accessori-borse

Zara, spring collection 2014 – tracollina – ADORO il colore!

zara-accessori-borse

Zara, spring collection 2014 – tracollina LA VOGLIO!!!

Assieme a Aldo (di cui non vi dirò altro per via di un fioretto fatto molto tempo fa quando una sgradevolissima commessa mi ha maltrattata in negozio, per cui ho giurato che mai e poi mai avrei fatto una recensione o comprato qualcosa da nei loro negozi), Zara è l’unico shop degli esaminati in cui ho trovato una “piccola ma potente” select di accessori e bigiotteria davvero fantastica:

zara-accessori

zara-accessori zara-accessori

Quest’anno è di moda la bigiotteria appariscente al massimo.. facciamocene una ragione ragazze.

Da Zara, però, questa stagione più che nelle altre (o sarà che ho guardato con più attenzione?) ho trovato anche tantissimi punti interrogativi…

del tipo NI… e “uhm.. fammici pensare, cioè di primo acchito ti direi di no, ma poi se la guardo bene… uhm… quel tacco… il cuoio…mah”

zara-spring14-shoes

Zara, sandalo -sabot con nappine (?)

Dei seri e decisi NO, vi prego NOOOOOOOOOOOOO

Zara-spring2014-shoes Zara-spring2014-shoes

E anche qualche perché.

Perché rovinare la linea di una scarpa in questo modo? perché mortificarla così, perchèèèèèèèèè

zara-spring14-shoes

zara-spring14-shoes

Zara, ciabatte inqualificabili

Io amo le scarpe, non posso vederle trattate così, vi giuro. Neanche in nome della moda.