Cose belle dal Fuorisalone (del Mobile) a Milano – parte 1

Carissimi e carissime, non so se lo sapete, ma a Milano c’è il Salone del Mobile, la Design week, la settimana del delirio, insomma..chiamatela come volete, sappiate che c’è.

Il mobile c’è.

fuorisalone-via-tortona

Via Tortona, già la location e il design dei palazzi sono commoventi

(e io mi son sempre chiesta, un pò come il Pozzetto appena arrivato dalla campagna: ma stu mobile, cche mobile è? una credenza, un divano letto, cosa, cosa? che è che c’è tutto questo chiasso, perchè? perchè tutto sto casino – gente che scarpina per giorni, aggirandosi come ossessi, gente che blocca l’intera città con la pretesa di parcheggiare direttamente NEL Fuorisalone, intere vie transennate al traffico, designer e wanna be del design che giungono da ogni parte del mondo e pagano anche 600€a notte per essere a Milano proprio ora, qui, ADESSO – perchè??)

Va beh, ma la risposta è ovvia: perchè è di moda, come la Settimana della Moda. E’ chic, fa tendenza dire “sono stato al Fuorisalone” o “sono stato al Mobile, bello” (e tu, incauto ascoltatore che non sai, ancora rientri nel loop, chiedendoti: ma “quale mobile, il mobiletto del bagno??”).

Ahaha no, ragazzi, sto scherzando.

La Design week ha sempre il suo perchè, basta solo viverla bene. E per bene intendo nei 3 punti fondamentali:

viverla con calma, perchè gli va lasciato il suo tempo, e la possibilità di stupirti, ti ci devi perdere (come ho fatto io oggi anche se si tratta delle vie della mia città, del sotto casa mia) e poi ritrovarti, te la devi gustare con calma, assorbire, metabolizzare. Non puoi correre qua e là come un criceto nella sua palletta, dai. Non si fa. Si PIANIFICA, si RINUNCIA, ma non si corre.

Si spalancano gli occhi e ci si lascia affascinare.

fuorisalone-design-week-milan

viverla comodi. Vi prego, vi supplico, se non vvolete incontrare gente come me che vi ride in faccia, o è tentata di vomitarvi addosso quando vi accampate su qualche marciapiede a togliervi la scarpa col tacco che vi fa male e massaggiarvi i piedi puzzosi a mani nude… davvero, ve lo chiedo perfavore a nome anche delle vostre estremità: mettevi le scarpe comode, anche le più cenciose che avete, e che sia finita lì. Niente scarpetta fighetta che dopo dieci minuti vi fa le piaghe.

E vestitevi in tono con il clima! Non fate come quelle sciacquine wannabe blogger che girano in battaglione che pare le abbiano clonate (leggings o calza strappata, maglietta borchiata e gilet di jeans… ma basta! Un pò di fantasia!). Metteteci della fantasia, ma non troppa. Come dice una famosa barzelletta (famosa qua a milano almeno): Va bene che è il mobile, ma a casa le fighe di legno.

E perdonate il francese ma proprio non vi si può guardare. #Sapevatelo.

fuorisalone-design-week-milan

Di conseguenza ai punti 1 e 2:

vivetevela bene, in libertà, a misura vostra. Gli interessi sono tanti, ccome dice la canzone, milioni di milioni, ma voi non fate i …ci siamo capiti: pianificate, scegliete, e poi buttatevi.

Tanto è matematico: non potrete MAI e poi MAI vedere tutto, nemmeno se vi ci mettete di impegno.

Non fate come me che sono andata a cercare il cortile con l’installazione degli ombrelli, ed ho trovato il mondo, TRANNE quello…. ma sono ugualmente contentissima, e ve lo dimostro 😀

Detto questo, ecco il primo “reportage fotografico dal Fuorisalone”, tutto per voi.

L’argomento di oggi è moda e accessori di design, la location Via Tortona/Porta Genova:

via-tortonaa-design-week-fuorisalone

 

 

il primo showroom in cui sono incappata, è stato quello delle “O bags“.

Confesso che le avevo già viste in giro, soprattutto d’estate, e le avevo trovate divertenti e particolari, anche se forse un pò scomode. Sono entrata a curiosare, ed ho scoperto un piccolo mondo.. moderno.

Le O bags sono realizzate si in plastica, ma sono morbidissime e flessibili, coloratissime, e con quel tanto di gusto navy chic che d’estate piace.

 

IMG_5144

Confesso che mi fanno venire un pò in mente le crocs.. ammetto la mia ignoranza che forse sono anche della stesa casa produttrice?? Mah, anyway.. una volta scelta la vostra misura e preferenza, le borse sono “componibili”: scegliete il colore, il manico, la rifinitura in alcuni casi (avete visto quella con il pelo?? una cosa straluiscissima che si passerebbe tutta la giornata ad accarezzare -se solo non ci venisse da piangere per i poveri coniglietti che son dovuti morire per farla…uffi 😦 nota negativissima questa, per me -)

IMG_5145

IMG_5146

 

Ci sono sia i modelli “portatili” a tracollina che quelli proprio “spiaggia” (quanto è adorabile quella con il porta-stuoietta incorporato????!) – magari un pò scomode così a spalla, ma divertenti, divertentissime.

IMG_5143

IMG_5147

IMG_5241

Qualche passo più in là, lasciandosi alle spalle Via Savona e addentrandosi in via Tortona, ho trovato uno splendido cortile (la zona è verdissima e non ci avevoo mai fatto caso, un sogno!) e l’Officina 14.

officina14-milano-tortona-designweek

La cosa che adoro di questa zona sono gli impianti industriali che sono stati riconvertiti a spazi esposizioni, showroom, etc. etc. Io ho un debole, un amore incondizionato, una venerazione per l’architettura industriale, e mi sono sentita come a casa.

Anche perchè qui dentro ci ho trovato un sacco di cose carine ahah!

officina14-milano-designweek-fuorisalone

 

 

a partire dalle cover per iPhone di CACO DESIGN, per passare ai divertentissimi braccialetti, per finire a… beh scrollate un pò più in basso:

caco-design-cover-iphone

caco-design-cover-iphone

caco-design-braccialetti

 

 

bassotti, bassotti ovunque!

bassotti, bassotti ovunque!

ok, parliamone: siete seri?? ahaha le ali da mettere alle All Star???!

Idea geniale ma andiamo.. ahahah (Comunque sono buffe e ho riso un sacco pensandoci)

 

IMG_5157

 

devo confessare di essere rimasta anche un pò sorpresa di trovare le scarpe Melissa, di Vivienne Westwood (in cui vi parlai eoni ed eoni fa, più o meno seriamente, qui), in esposizione. ma se lo dicono loro che è design…

le ho fotografate per voi.. attendo commenti!!!!

melissa-westwood-ss14

melissa-westwood-ss14

melissa-westwood-ss14

Ancora più avanti sulla via, si incontrano un altro paio di bei cortili, bellissimi cortili, uno dei quali ospita una mini-mostra di accessori e cosine fashion sfiziosissime.

 

Non lasciatevi ingannare dalla stampa in 3D molto geek e dalle biciclette esposte all’ingresso e addentratevi: lo stanzone è pieno di sorprese! (non so dirvi a che numero civico.. a quel punto ero totalmente persa e felice..ahaha!)

La cosa che ho particolarmente apprezzato, qui ma anche (e lo vedrete domani) nelle proposte arredo casa e interior design, è la forte spinta verso il green, l’eco e il riciclo. Thumbs up gente, è la direzione giusta!

infatti ho curiosato e fotografato soprattutto i più.. “ricicloni” 😀

designweek-fuorisalone-accessori

arredamento vintage.. sogno a occhi aperti

rebirth-italy-gioielli

i gioielli di Rebirth italy, realizzati riciclando vari meetalli in una lega superleggera e malleabile, e pellami dagli scarti industriali… too cool!

designweek-fuorisalone-accessori

gallina-visionaria-gioielli-riciclo

Accessori fatti a mano, riciclando copertoni e metalli leggeri: la Gallina Visionaria

designweek-fuorisalone-accessori

pochette vintage carinissime, AMO quella con Frieda Kahlo!

 

Ok gente, questo era solo un assaggio, domani la parte 2: interior design da favola, ma roba da farvi piangere per davvero 🙂

Stay tuned for more!

Annunci