Le scarpe più brutte.. della storia delle scarpe brutte

Attenzione – immagini forti.

Se avete appena mangiato  o siete di stomaco debole, questo articolo saltatelo. Seriamente.

shoes

Dunque, questo post nasce da una serie di discussioni intercorse fra noi amiche blogger negli scorsi giorni. Il tutto scatenato come sempre da qualche orrore visto in vetrina (tipo i miei epici post qui e qui) o per la strada, INDOSSO a qualcuno.

A seguito di una serie di scambi particolarmente divertenti (e orrorifici anche), ho pensato: perchè non condividere quello che ho scoperto, con i miei follower?

Eh lo so, che mi volete bene per questo ahahah.

E lo so, che non me ne vorrete più dopo di questo! AAhahahahaha (la risata isterica parte in automatico) ma vi giuro che davvero, davvero DAVVERO là fuori c’è qualcuno che non solo osa comprare queste.. queste COSE (che non saprei come altro definirle), ma che alternativamente le definisce arte, o addirittura se ne va in giro per le strade tutto tronfio e orgoglioso della propria scelta!

le Birkenstock... la ciabatta dell'infamia per eccellenza

le Birkenstock… la ciabatta dell’infamia per eccellenza

il problema è che io certe cose proprio non riesco a capirle.. perciò ho bisogno di voi. Di voi che mi spieghiate il PERCHE’, il perchè recondito e nascosto e a me altrimenti incomprensibile.. di tutto ciò.

siete pronti? Via col valtzer della scarpa brutta, bruttissima, che più brutta non si può!

jelly-shoes

Il tutto è nato, ormai lo avrete capito, dal fatto che nessuna di noi amiche-fescionblogger riesce acapire PERCHE’ quest’anno vadano così di moda le jelly shoes. Davvero.

PERCHE’??

voglio dire, noi che siamo state bimbe negli anni ’80 ci rivoltiamo nelle  nostre tombe del buongusto. NOI SAPPIAMO che razza di vesciche fanno  queste diavolerie ai piedi, e come ti cuociono i polpastrelli che poi il piede esce cadaverico, bianchiccio, e con le grinze da pesce putrefatto!

E tuttavia, per le strade è un trionfo di jelly shoes (e anche di non-jelly shoes ma la cui filosofia è sempre questa). A piede nudo (brivido) o con la calzetta alla caviglia (triplo brivido, che prenderei a schiaffi già una giapponesina in vacanza se la incontrassi faccia a faccia, ma su una italiana no. NO!)

scarpe-orribili

la versione tamarro-landia: in cuoio con le borchie

jelly-shoes-studs

la versione tamarra in vacanza: alle borchie puntute proprio non si può rinunciare (utili per una passeggiata su rive infestate da squali, però)

Ma poi il discorso è degenerato e mi sono uscite di quelle chicche… con delle semplici ricerce in google per “scarpe brutte” o “Ciabatte da sciuretta” (nel secondo caso, ve lo giuro, esce una paginata di Dr. Scholls. L’arma di sterminio di massa delle nostre mamme, la sciavatta che almeno una volta nella nostra infanzia abbiamo visto indossare a nonne, zie, portinaie e vicine di casa impiccione. Nevvero??)

drscholls

Ma a questo punto mi vien da cedere al fascino un pò vintage delle DR. Scholls, piuttosto che…

A certe boiate!

stand

(che poi, vogliamo farci due risate guardando bene queste pubblicità?? fantastiche).

Comunque, per tornare a noi e continuare la carrellata, ho trovato:

ciabatte-sailor-moon

le ciabatte di Sailor Moon (che se non fossero così assurde sarebbero quasi carine)

 scarpe-adidas

le sneakers con gli orsetti rosa (e di tutti i colori dell’arcobaleno) di Adidas (le avevo viste nelle vetrine, ma avevo rimosso…)

banana-shoes

gli zoccoli a banana… parliamone.

ugg-mocassino

i mocassini Ugg (parliamone: se si sente il bisogno di mettere una scarpa semi aperta come il mocassino.. perchè signore, perchè lo devi foderare di pelliccia???)

eloise-ugg

gli Ugg con il fru fru di tartan, e tanto di fiocco rosso (WTF??)

gal-land-fashioncombo_uggcrocs-496x620

l’aborto di collaborazione Crocs/Ugg (le CRUGS le chiamiamo?) – queste me le dovete davvero spiegare: perchè. davvero. perchè.

scarpe-con-gatto-tetsuya-uenobe

queste, che non sarebbero male se solo non fossero… queste. (Tetsuia Uenobe – scarpe con gatto)

FASHION-FRANCE-CELINE

queste Celine, che le vorrei solo per la faccia morbidosa, ma mi viene male se penso a quanti animali son dovuti morire perchè queste scarpe potessero essere messe in commercio – quindi NO

Celine (ecco devo dire che la seconda a destra HA IL SUO PERCHE' invece.....)

Celine (ecco devo dire che la seconda a destra HA IL SUO PERCHE’ invece…..)

gli stivali di Vuitton della prossima stagione invernale.. possiamo già parlarne. ci sono anche in versione cocco(drillo). Brivido.

gli stivali di Vuitton della prossima stagione invernale.. possiamo già parlarne. ci sono anche in versione cocco(drillo). Brivido.

uggs boots fox head

queste, sempre Ugg, che mi fanno chiedere se c’è gente malata sul serio che lavora al reparto marketing e design di questa fiorente azienda. cioè gente: NOOOOOO

le Espadrillas.... perchè sono espadrillas venute male, vero?

le Espadrillas…. perchè sono espadrillas venute male, vero?

le scarpe Lego fashion... anche no

le scarpe Lego fashion… anche no

la scarpa per la donna che...grr!

la scarpa per la donna che…grr!

la scarpa con porta iPhone (hai visto mai che non sai dove metterlo e lo vuoi avere fra i piedi..)

la scarpa con porta iPhone (hai visto mai che non sai dove metterlo e lo vuoi avere fra i piedi..) – peccato, perchè il colore era bello..

le ciabatte finlandesi!!

le ciabatte finlandesi!!

orrore, la sneaker infradita??

orrore, la sneaker infradita??

queste non le commento neanche. è ARTE.

queste non le commento neanche. è ARTE.

queste so io a chi regalarle, per natale... dove si comprano???

queste so io a chi regalarle, per natale… dove si comprano???

la scarpa Pokemon.. vabbe

la scarpa Pokemon.. vabbe

le fondue.. te le colano direttamente su piede, peccato che sono usa e getta. E schiferrime. ma comode eh..

Satsuki Ohata – le fondue.. te le colano direttamente su piede, peccato che sono usa e getta.
E schiferrime.
ma comode eh..

Per il reparto “artistico” invece abbiamo i soliti noti:

Alexander McQueen con le scarpe più amate da Lady Gaga

Alexander McQueen con le scarpe più amate da Lady Gaga

Louis Vuitton che già nel 2010 dava il peggio di sè

Louis Vuitton che già nel 2010 dava il peggio di sè

Rochas - collezione primavera estate 2014 - per la casalinga disperata che deve pulire i pavimenti tutti i giorni. comode e di stile

Rochas – collezione primavera estate 2014 – per la casalinga disperata che deve pulire i pavimenti tutti i giorni. comode e di stile

Jacobs, la scarpa al contrario. Certo, perchè no

Jacobs, la scarpa al contrario. Certo, perchè no

Aminaka Wilmont - piede nudo... NO

Aminaka Wilmont – piede nudo… NO

Safa Sahin - cupcake shoes. L'dea non era male ma... no. sembra una colata di catramel altro che cupcake!

Safa Sahin – cupcake shoes. L’dea non era male ma… no. sembra una colata di catramel altro che cupcake!

D&G- a tutto c'è un limite, anche alle stampe a foluard, soprattutto se applicate alle zeppe...

D&G- a tutto c’è un limite, anche alle stampe a foluard, soprattutto se applicate alle zeppe…

E poi, arriviamo alle scarpe veramente brutte. Ma brutte brutte.

Scarpe orrende. per gente malata.

ora. Vi dico fin dall’inizio che se googlate “scarpe brutte” troverete anche quelle che riproducono perfettamente un piede nudo di uomo (o di cadavere, a me sembra) e che io qui non metterò perchè a tutto c’è un limite. ma poi ci sono queste, che vi rendono l’idea di come quel limite sia stato ampiamente sondato, e scavalcato:

le scarpe con i denti (cche spero tanto tanto tanto sianno RIPRODUZIONI - fedeli, ma riproduzioni)

le scarpe con i denti (cche spero tanto tanto tanto sianno RIPRODUZIONI – fedeli, ma riproduzioni)

 

scarpe-con-artigli

Le scarpe con artigli – ho avuto delle ciabatte di peluche della DeFonseca, così- QUELLE, erano divertenti, queste… NO


E adesso, a fine di questa galleria degli orrori, di questo museo delle cere delle peggio scarpe mai ideate, prodotte, e messe in commercio, volete sapere a quale santo mi voto io questa estate (come tutte le precedenti) in barba a tutte le mode, tendenze e peggio smandrapppate di sto mondo?

Alla cara, vecchia, comoda, confortante, amica paglietta.

download

Amen.

(ora vi lascio, devo andare a farmi una flebo di sali. Questo articolo e le sue meraviglie mi hanno letteralmente prosciugata)

Annunci