MFW: dalla fiera della moda alla sagra della mortificazione

Milano Fashion Week
ne è arrivata un’altra in città
Un nuovo circo a  gabbie aperte, un nuovo “evento” che, una volta in più, mi lascia perplessa a chiedermi perchè.
Perchè, edizione dopo edizione, ho sempre più l’impressione che dalla fiera dello stile e della moda siamo arrivati alla sagra della mortificazione della carne e dell’immagine?
Ovunque mi giro vedo solo brutti tagli, brutti accostamenti di colore e brutture generali di varia natura. E se fosse solo cultura ossessiva dell’immagine capirei… ma è proprio una gara all’accostamento ardito, stridente, mortificante che mi ferisce gli occhi e mi tortura la mente, quella che vedo, e non capisco, davvero non ci arrivo.
che senso ha?
Che senso ha uscire di casa in calze, in ciabatte che manco mi nonna con l’artrite, con pantaloni acqua in casa o anche senza, tanto nessuno ci fa caso, anzi: si corre il rischio di essere additate come “trendissime”, assolutamente di avanguardia.
Che senso ha dimenticare i canoni estetici classici, la bellezza mite e senza tempo di una Hepburn qualunque (che per me ancora fa scuola) e cercare solo la sensazione?
Che senso ha indossare i capi “firmati” degli stilisti in voga se non gli darei nemmanco cinque lire, dovessi pagarli di tasca mia, visto che non ci trovo nessuna idea geniale, nessuna ispirazione, nessun sentimento (se non il ribrezzo), e io personalmente mi vergognerei come un cane ad uscire pure per andare a far la spesa, così conciata?
No, sul serio, che senso ha tutto questo? Cosa mi rappresenta la tendenza, cosa mi sta comunicando il fashion system?
A me, povera sfigata, casalinga disperata, consumatrice “media” e mediamente attenta alla moda… che cosa mi state dicendo, che posso uscire col sacco della monnezza addosso che tanto va bene uguale, fa scena? O che lo devo pagare milioni perchè firmato, questo sacco della monnezza mal rifinito che mi chiamate “capo di alta couture”, anche se non mi cade bene, anzi a cadere sono solo le mie palle quando lo vedo indossato?
No, davvero, spiegatemi, vi prego.
Ditemelo, datemi pace, aiutatemi: sono solo io che vedo questo? sono io che non capisco??
#dubbiesistenziali
spunto filosofico sulla galleria degli orrori, preso qui
ShotByGio-George-Angelis-Sara-Rossetto-Milan-Fashion-Week-Fall-Winter-2015-2016-Street-Style-3360

image credits: shotbygio.com George Angelis Sara Rossetto Milan Fashion Week Fall Winter 2015-2016

Annunci